.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2015 10 settembre

JUVENTINA – TORVISCOSA : 0 – 1


Apoteosi biancoazzurra…è Eccellenza !!

JUVENTINA – TORVISCOSA : 0 – 1

Reti : 59′ Grop.

JUVENTINA : Ciroi, Popovic, Manfreda, Racca, Morsut, Zorzut, Zucchiatti (Marchioro), Antonutti, Palermo, Stabile (Giolo), Dragosavljevic (Predan). All. Sepulcri

TORVISCOSA : N. Buso, Zienna, De Bon, Godeas (Dal Forno), T. Buso, Candotti, Della Ricca, Paolini, Grop, Gerometta, Veneruz (Michelin). All. Carpin

Arbitro Sig. De Prato Daniele della Sez. AIA di Udine.

Assistenti Sigg. Samaria Domenica della sez AIA di Udine e Bearzotti Anna della sez AIA di Cervignano del Friuli.

Ammoniti : Antonutti e Palermo (Juventina), Zienna, Candotti e Veneruz (Torviscosa).

Espulsi : nessuno.

Corner : 5 a 5.

Recupero : 1′ – 3′

Spettatori : 300 circa.

Dopo due anni di “purgatorio” in Promozione, grande festa biancoazzurra per il ritorno nell’ elite regionale.
Stagione da incorniciare per i Midolini-boys che centrano uno storico “doublete” dopo la vittoria in Coppa Italia di Promozione.
Un plauso a tutti i ragazzi, soprattutto a quelli che magari nel corso dell’ anno hanno giocato di meno tenendo peró sempre alto l’ impegno, ed allo staff di mister Carpin che ha saputo raggiungere gl’ obiettivi prefissati dalla società dolo la delusione play off dello scorso campionato.
Vittoria finale sancita dal successo-ciliegina di Sant’ Andrea contro una Juventina caparbia, coriacea che nulla ha voluto lasciare alla capolista. Juventina che nella prima frazione si fa preferire per possesso palla e dominio territoriale e che va vicina al vantaggio con il palo interno colpito dall’ esterno dal limite di Stabile al 29′ a cui risponde Grop che scalda le mani di Ciroi.
Nella ripresa il “Torvis” prende coraggio e al 59′ trova la rete che si rivelerà decisiva : ed è il suo bomber Grop, l’ uomo a cui prima della gara Mister Carpin aveva profetizzato la rete della vittoria, alla ventesima realizzazione stagionale (condite pure da sei reti in Coppa) a trovare lo spiraglio alla destra di Ciroi con un potente destro da 18 metri.
Da lí mezzora di trance agonistica ed abnegazione….poi solo pazza gioia ed esultanza in salsa biancoazzurra !!