.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2020 2 febbraio

La prodezza di Baruzzini frutta solo un pari !!


TORVISCOSA - BRIAN LIGNANO : 1 - 1

Reti : 27' Baruzzini (T) e 62' Cusin (BL).

TORVISCOSA : Nardoni, Colavecchio, Peressini, Capellari (Toso), Russian, Colavetta, Borsetra (Zucchiatti), Baruzzini, Zannier, Puddu, Zetto. All. Pittilino

BRIAN LIGNANO : Bordignon, Mestre (Gobbato) Zossi, Stiso, Pramparo (Piasentin), Codromaz, Bergamasco, Stentardo Ime Akam (Zigon), Marjanovic (Cusin), Doria. All. Birtig

Arbitro : Nuckchedy Josè Maria Akash della sez. di Caltanissetta (Bignucolo della sez. di Pordenone e Mansutti della sez. del Basso Friuli)

Note : recupero : 1' e 4'. corner : 5 - 2 per il Brian Lignano. ammoniti : Peressini e Baruzzini (T), Stentardo (BL). espulso : nessuno. Spettatori : 150 circa.

Dopo due sconfitte consecutive torna a fare punti il Torviscosa di patron Midolini, ma la splendida esecuzione dell' ex Baruzzini non basta per portare a casa l' intera posta in palio e così, complice la vittoria della Manzanese Puddu & co. perdono il primato in classifica che durava ininterrottamente da fine ottobre.

Eppure mister Pittilino può trarre indicazioni positive da questa sfida soprattutto nella prima frazione in cui i suoi ragazzi avrebbero meritato almeno il doppio vantaggio al cospetto di un Brian Lignano che si presentava al "Tonello" con l' invidiabile striscia di nove successi su nove trasferte.

Qualche difficoltà il mister azzurro ce l' ha nell' allestire la formazione da mandare in campo viste le concomitanti assenze di Lestani Tuniz e Zanon e le non perfette condizioni di Toso e Capellari che condizionano così lo schieramento iniziale; mister Birtig schiera invece il suo Brian in formazione tipo con il bomber Marjanovic, temuto terminale offensivo, supportato da Doria e Bergamasco con IMe Akam in appoggio.

Avvio deciso dei padroni di casa che, preso in mano il pallino del gioco in mano guidati dalla sapiente regia di Baruzzini, provano a portare pericoli dalle parti di Bordignon che già al 14' se la vede brutta sul colpo di testa di Borsetta che sorvola di poco la traversa. Al 27' i padroni di casa meritatamente in vantaggio con la punizione di Baruzzini dai 30 metri : un sinistro spettacolare che si spegne imprendibile nel sette alla sinistra di un vanamente proteso portiere lagunare.

Passano solo 4' e Puddu centra la traversa dopo aver difeso palla in area ed averla acrobaticamente girata verso la porta mentre sulla respinta della trasversale il sig. Nuckchedy ravvisa un inspiegabile offside di Borsetta che aveva insaccato a porta vuota dopo il salvataggio di Bordignon su Zannier.

Ospiti che appaiono in confusione e che non riescono ad uscire dalla loro trequarti e portare pericoli verso Nardoni, ben protetto dall' inedita coppia Russian - Colavetta.

Al 35' grandissima doppia occasione per il baby Capellari che sfrutta la discesa a destra di Zetto e batte un rigore in movimento a porta spalancata ma Bordignon è prima superlativo nel volare a respingere e poi coraggioso col corpo a chiudere lo specchio al secondo tentativo del "4" di casa.

Dopo 1' di recupero si chiude una prima frazione in cui ai più sembra esigua la sola rete di vantaggio dei padroni di casa.

Deve aver catechizzato per bene i suoi mister Birtig nell' intervallo perchè alla ripresa rientra in campo una squadra più agressiva che sembra lontana parente di quella vista nei primi 45' e dopo aver assistito ad una girata dal limite di Zannier bloccata a terra da Bordignon, al 12' primo vero pericolo ospite con Mestre che, pressato da Russian, gira alto di poco sulla traversa un corner di Stiso spizzato sul primo palo da un compagno.

Al 61' il cambio Marjanovic - Cusin infonde nuova linfa agli ospiti perchè nemmeno 60" dopo è lo stesso numero "20" ad insaccare il pareggio raccogliendo a centro area una respinta di Nardoni dopo la discesa di Mestre sull' out sinistro.

Ancora l' ex Lignano protagonista con una bellissima girata a metà frazione che si spegne non lontano dal palo destra della porta di casa dopo che un cross di Bergamasco era stato alzato a campanile da Colavetta.

Il Torviscosa non ci stà a lasciare due punti che sostanzialmente avrebbe meritato, e così prima della fine azzurri di casa vicini alla rete del vantaggio, prima con un sinistro di Zannier sul primo palo bloccato da Bordignon e poi con un incursione da destra sempre dell' ex Gemonese non raccolta di un nonnulla da Zucchiatti sul palo lontano a due passi dalla porta.