.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2019 25 settembre

Azzurri corsari, semifinale più vicina !!


FLAIBANO - TORVISCOSA : 1 - 3

Reti : 33' Calió (F), 43' rig. Baruzzini (T), 68' Zucchiatti (T) e 71' Zanon (T).

FLAIBANO : Paoli Tacchini, Vettoretto, Benedetti, Marcolina, Candotti, Favero, De Giorgio (Drecogna), Leonarduzzi (Alessio), Calió (Cassin), Piccolotto, Bance. All. Peressoni

TORVISCOSA : Nardoni, Facca, Floreani (Capellari), Lestani, Zanon, Tuniz, Zucchiatti, Baruzzini, Zannier (Miolo), Puddu (Tuan), Zetto (Peressini). All. Pittilino

Arbitro : Piccolo Michele della sez. di Pordenone (Balla e Polo Grillo della sez. di Pordenone).

Note : recupero : 1' e 4'. corner : 5 - 1 per il Torviscosa. ammoniti : Vettoretto, Favero e Calió (F), Zanon, Zetto, Tuan e Peressini (T). espulso : al 75' Bance (F) per doppia ammonizione. Spettatori : 100 circa.

Con una condotta di gara esemplare, anche dopo il vantaggio giallonero, il Torviscosa espugna il “Picco” di Flaibano e vede più vicina la semifinale di Coppa Italia. Alla fine il pubblico assisterà ad una gara frizzante e ben giocata dove i calcio da fermo di due specialisti come Favero da una parte e Baruzzini dall' altra sono valsi da soli il prezzo del biglietto.

Alla lettura delle formazioni mister Peressoni  opta per un po’ di turnover in vista degli impegni di Campionato e lascia in panchina Cassin e Alessio mentre tra i biancoazzurri ospiti Tuniz è il compagno di Zanon al centro della difesa con la riconferma della restante squadra che ha espugnato Tricesimo.

In avvio i padroni di casa cercano di tenere i ritmi alti per non concedere linee di passaggio al centrocampo ospite e così Baruzzini deve metterci il suo sinistro su palla da fermo per creare le prime occasioni azzurre; al 6’ dai 25 metri batte una punizione tesa rasoterra su cui Paoli Tacchini si distende in tuffo e con l’ aiuto del palo respinge mentre, sulla palla vagante nei pressi della porta, Benedetti anticipa tutti spazzando in corner; corner su cui Puddu e Zannier non riescono a deviare verso la porta da due passi mentre l’ accorrente Zucchiatti in precario equilibrio spara alto.
Ancora spettacolare il duello Baruzzini - Paoli Tacchini al 9’ : il mediano ex Brian nella propria metà campo vede l’ estremo difensore fuori dai pali e calcia una fiondata che s’ insaccherebbe sotto la trasversale se con un bel colpo di reni il baby portiere di casa non alzasse in corner.
Ti aspetti il vantaggio ospite ed invece arriva quello di casa, al 33’, con una occasione scaturita dal sinistro dell’ altro specialista in campo Favero che batte una punizione potente e tagliata dal lato corto destro della porta di Nardoni, la palla filtrata da molte gambe sbatte sul palo opposto e nella mischia il più lesto è Calió che insacca da due passi.
Azzurri che come detto non si disuniscono e si affidano ancora al loro uomo fin qui più in palla Baruzzini, con capitan Lestani, per pervenire al pareggio.
Siamo al 42’ e sulla punizione decentrata il numero 8 di Pittilino fucila il sinistro sulla traversa mentre sullo spiovente a porta sguarnita  Marcolina contrasta irregolarmente Tuniz affossandolo : per il sig. Piccolo è rigore che ancora Baruzzini realizza alla sinistra di Paoli Tacchini.
La ripresa vive un primo 15’ agonisticamente combattuto ma senza chiare occasioni poi Lestani & co. decidono di imprimere l’ accelerata decisiva; e salgono in cattedra Puddu e Zucchiatti fin qui un po' avulsi dal gioco.
Al 62’ Puddu fa tutto bene nel portarsi avanti la palla servitagli da Lestani, entrare in area e nel saltare in velocità Vettoretto ma poi, solo davanti alla porta, calcia altissimo. Passano 2’ e Paoli Tacchini è bravo a bloccare a terra la volee di Capellari entrato negli ultimi minuti della prima frazione al posto dell' infortunato Floreani; si arriva così al 68’, minuto del sorpasso azzurro con Zucchiatti bravo ad inserirsi sul primo palo e depositare in rete in tap-in l’ ottimo lavoro di Puddu sulla sinistra.
Azzurri in forcing e al 71’ arriva la terza rete con Zanon perfetto nello schiacciare in goal di testa il corner di Baruzzini da destra.
Il sipario sui primi 90’ sembra calare al 75’ col doppio giallo a Bance reo di una trattenuta da dietro su Zannier ed invece i padroni di casa hanno l’ ultimo sussulto al 92’ con la punizione mancina dai 18 metri ancora di Favero : sfera deviata dalla barriera e Nardoni, già in movimento sulla sua sinistra, letteralmente strepitoso con la mano opposta ad alzare sopra la trasversale e conservare ai suoi il doppio vantaggio in vista del ritorno al “Tonello” previsto per il 9 ottobre.