.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2022 15 maggio

Festa Torviscosa, è Serie D !!


PRO GORIZIA - TORVISCOSA : 0 - 3

Reti : 30’ e 37’ su rigore Ciriello e 74’ Pratolino.

PRO GORIZIA : Buso, Duca (50’ Raugna), Dimroci, Samotti, Piscopo, Cesselon, Lucheo, Bradaschia (77’ Aldrigo), Gubellini, Grion, Morandini (50’ Kichi). All. Franti

TORVISCOSA :

Ceka, De Cecco, Presello, Nastri, Rigo, De Blasi, Toso (48’ Specogna), Borsetta (77’ Comisso), Ciriello (92’ Zuliani), (63’ Pratolino), Zetto (84’ Villanovich). All.: Pittilino.

Arbitro : Mancini Duccio della sez. di Pistoia (Carlevaris della sez. di Trieste e Mansutti della sez. del Basso Friuli).

Note : recupero : 1' e 3', corner : 3 - 1 per il Torviscosa. ammoniti : Lucheo e Grion (PG), De Cecco, Toso e Borsetta (T). espulso : nessuno. Spettatori : 800 circa.

PORDENONE - Dodici lunghissimi anni di purgatorio per il Torviscosa può godersi la visione del paradiso della serie D a conclusione di una finale messa in discussione dalla Pro Gorizia solamente nei primi venti minuti di gioco. Il 3-0 odierno racconta di un risultato severo ma che la squadra di Pittilino ha meritato sul campo, giocando una partita attenta e concedendo pochissimo alla Pro Gorizia, compagine che ha tenuto testa con onore alla corazzata di Pittilino e che adesso potrà giocarsi l’accesso alla serie D attraverso la finestra dei play-off nazionali.
Subito una tegola per il Torviscosa, che deve rinunciare a Puddu per l’infortunio occorsogli durante il riscaldamento. Per una probabile rottura del tendine di Achille, il capitano non potrà disputare quella finale tanto desiderata quanto fortemente voluta, ma che ahimè lo vede incredibilmente escluso. Torviscosa che dovrà fare a meno di Bertoni per i postumi dell’infortunio rimediato nella gara di ritorno della semifinale dei play-off. Squadre schierate praticamente a specchio entrambe disposte con lo schema 4-3-1-2. Franti ai fianchi di Cesselon e Piscopo centrali manda in campo Duca e Dimroci, mediana formata da Bradaschia e Grion con Samotti nella posizione di play basso, Morandini in regia alle spalle di Gubellini e Lucheo. Pittilino, nonostante le defezioni con le quali deve fare i conti, si affida a De Blasi e Presello esterni sulla linea di difesa completata da Rigo e De Cecco centrali. Nastri fa il vertice basso del rombo che schiera ai lati Zetto e Borsetta con Toso trequarti dietro a Pillon e Ciriello.

Al 3’ il Torviscosa si rende subito pericoloso: lo schema su punizione, calciata da De Blasi per la sponda di Ciriello, innesca Borsetta, che da buona posizione calcia alto. Non si fa attendere la risposta della Pro Gorizia che sfiora il palo con Gubellini all’8’ su imbeccata da calcio d’angolo di Grion. Si mette in proprio al 13’ Ciriello che tenta l’affondo e poi l’improvvisa fucilata mancina che esce fuori bersaglio.
Al 30’ sblocca l'equilibrio Ciriello, con la complicità di un’uscita piuttosto maldestra di Buso che si fa impallinare da un perfetto pallonetto che si spegne dolcemente in rete per il vantaggio del Torviscosa. L’ingenuo fallo in area di Samotti ai danni di Zetto, servito da Toso, consente al Torviscosa di mettere già nella prima frazione le mani sulla finale. Ciriello è implacabile cecchino dal dischetto calciando a fil di palo dove Buso intuisce ma non riesce ad arrivarci.
Vola il Torviscosa sulle ali delle entusiasmo e la Pro Gorizia alla ricerca di un gol che la rimetterebbe in gioco, si scopre offerendo il fianco alle veloci ripartenze dei torzuinesi che sfiorano in un paio di situazioni la terza marcatura. Clamoroso nel secondo minuto di recupero l’erroraccio di Borsetta che, a tu per tu con Buso, gli consegna incredibilmente la sfera tra le braccia.

Subito due cambi per Franti in avvio di ripresa: Kichi per Morandini e Raugna per Duca che non lo hanno convinto nei primi 50’ minuti del match. Le forze fresche rianimano la Pro Gorizia, che conquista campo e con i piazzati di Grion crea seri pericoli in area avversaria. Cambia anche Pittilino, Specogna rileva Toso già ammonito, e Pratolino entra per Pillon. Il cambio di un attaccante per un difensore non fa mutare schema al Torviscosa, che alza De Blasi in mediana e sposta Borsetta a far coppia con Ciriello.
Le parabole di Grion per la Pro Gorizia sono deliziose, la punizione di De Blasi al 74’ si rivela estremamente efficace, quando Pratolino irrompe in area e deposita di testa la palla per la terza volta alle spalle di Buso, chiudendo di fatto le sorti di una finale che prende la strada verso Torviscosa. In fiducia la squadra di Pittilino gioca con scioltezza e per due volte Specogna ci prova da fuori, il suo sinistro in corsa di poco alto sulla traversa.
Con il passare dei minuti il 3-0 diventa per la Pro Gorizia una montagna inscalabile, mentre il Torviscosa, assaporava la dolcezza di una vittoria che si materializza, uscendo dalla dimensione del sogno, e diventando infine splendida realtà.

Antonino De Blasi



 

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''