.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2019 10 febbraio

Il Torviscosa torna a correre !!


KRAS REPEN - TORVISCOSA : 1 - 3

Reti : 59' Corvaglia (T), 66' rig. Menichini (T), 84' Lestani (T) e 87' rig. Puddu (T).

KRAS REPEN : D' Agnolo, Bevilacqua, Cudicio, Dukic, Kerpan, Stanich (Grujic), Juren (Celea), Radujko, Sabadin (Petracci), Menichini, Kocman (Zappalà). All Knezevic

TORVISCOSA : Nardoni, Facca, Peloi (Piccolotto), Lestani, Colavecchio, Petris, Borsetta, De Blasi, Corvaglia, Goz (Toso), Puddu (Deana). All. Zanuttig

Arbitro : Okret Filippo della sez. di Monfalcone (Vindigni e Mansutti della sez. del Basso Friuli).

Note : recupero : 3' e 4'. corner : 5 - 3 per il Torviscosa. ammoniti : Dukic, Kerpan e Petracci (KR), Nardoni e Piccolotto (T). espulso : nessuno. Spettatori : 100 circa.

Inverte la rotta il Torviscosa, che in occasione della 20^ giornata di campionato, si fa breccia nel cuore del Carso triestino, conquistando l'intera posta in palio ai danni di un positivo e propositivo Kras Repen.

Mister Zanuttig è costretto a reinventare la sua difesa, a causa della doppia assenza dei centrali Colavetta e Zanon Christian, frenati da un infortunio il primo, da una squalifica il secondo; L'allenatore opta per l'affiancamento sulla linea arretrata dell'esperto Petris al talentuoso Colavecchio mentre a capitan Lestani vengono affidate le chiavi del reparto di centrocampo, in supporto del terzetto offensivo Puddu-Borsetta-Corvaglia.

Il match comincia su elevati toni agonistici, e al 2' Lestani risulta subito provvidenziale, spingendo a fondo campo con la punta del piede un traversone destinato nel cuore dell'area di rigore.

Sei giri d'orologio più tardi lo stesso capitano bianco-azzurro si mette nuovamente in luce, vestendo in tal caso i panni del rifinitore.

La sua sventagliata di oltre 30 metri mette in moto la velocità di Puddu, il quale sfrutta l'incertezza del terzino Bevilacqua sull'out di sinistra, per infilarsi nella retroguardia triestina ma sul più bello peró si fa anticipare dall'uscita bassa dell'estremo difensore di casa.

Il primo tiro in porta lo si registra al minuto 10, quando Radujko opta per la soluzione dalla grande distanza; la sua conclusione viene bloccata a terra senza patemi da Nardoni.

 Le dimensioni contenute del terreno di gioco, sommate alla voglia di entrambe le squadre di ottenere punti, determinano un match combattuto e caratterizzato da costanti ribaltamenti di fronte.

 All'altezza del quarto d'ora il solito Lestani si incarica della battuta di un corner, che ispira la voglia di gol di Corvaglia.

Il colpo di testa del numero 9, potente e preciso, esalta i riflessi di D'Agnolo, prodigioso nell'alzare la conclusione sopra la traversa.

 Gli ospiti mantengono alto il loro baricentro, e al 18' si ripropongono in fase offensiva con Peloi.

Il cross rasoterra del terzino dalla sinistra trova nuovamente pronto il mobilissimo Corvaglia, che di prima intenzione inventa un tiro a giro col piede mancino, il quale si infrange sulla traversa.

La sostituzione obbligata di Stanich al 28' minuto, causa infortunio, non incide sul ritmo della gara, ne sull'intensità di gioco del Torviscosa, che sfrutta l'ottima gamba degli esterni e le frequenti sovrapposizioni delle mezz'ali per rendersi ripetutamente pericoloso.

In conclusione di prima frazione Goz spreca l'opportunitá di iscriversi alla lista dei protagonisti, infrangendo sulla barriera un calcio di punizione da posizione invitante.

Il secondo tempo comincia sulla falsa riga del primo, con Borsetta che al 49o offre un prezioso assist a Goz.

Il fantasista, appostato al limite dell'area avversaria, ha il tempo per stoppare il pallone e concludere con il piede favorevole; tuttavia la sfera sfila di un paio di metri alla destra di D'Agnolo.

Il 59' è il minuto del primo gol : Capitan Lestani in occasione del terzo tiro dalla bandierina della sua partita, indirizza da destra un lungo traversone sul secondo palo, l'uscita imprecisa dell'estremo difensore del Kras viene punita da Bomber Corvaglia con il più facile dei tap-in.

L'attaccante marca così la sua decima segnatura in stagione, interrompendo un digiuno lungo 5 giornate.

I padroni di casa non producono azioni valevoli una rimonta, ma inaspettatamente al 64' ottengono l'opportunitá di pareggiare.

Su un retropassaggio della difesa Torviscosina, Nardoni ha un controllo difettoso, che favorisce il pressing di Menichini, i due divengono protagonisti di un contatto che l'arbitro giudica irregolare, e punibile con un calcio di rigore in favore della squadra di casa.

Lo stesso numero 10 si incarica della trasformazione, che trafigge Nardoni e riequilibra l'incontro.

A questo punto i triestini aumentano le proprie percentuali nel possesso palla, facendosi preferire nell'agonismo e nella ricerca del gol.

Per contro il Torviscosa, solido in difesa, si affida alle ficcanti ripartenze dei suoi 3 "tenori", che tuttavia difettano di pericolositá in fase di finalizzazione.

Bisogna attendere gli ultimi 10 minuti di partita per ritrovare delle azioni degne di nota, e più precisamente l'83' quando un fraseggio prolungato dei bianco-azzurri porta alla conclusione Lestani, il cui tiro di mezzo esterno dai 25 metri trova il giro giusto, e si insacca all'angolino alto di destra, non lasciando scampo a D'Agnolo.

Il vantaggio galvanizza gli ospiti, che poche azioni più tardi provano ad ammazzare la partita.

Mancano 3' al termine del tempo regolamentare, quando Corvaglia cerca di girare a rete il cross di Puddu; il suo tentativo di rovesciata viene "sporcato" da un difensore bianco-rosso che ne altera la coordinazione.

Per il direttore di gara si tratta di fallo da rigore, che Puddu trasforma con un potente rasoterra, ponendo la parola fine ad un incontro tanto combattuto, quanto avvincente, e rilanciando il Torviscosa nella corsa alle primissime posizioni di classifica.