.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2019 17 marzo

Il Torviscosa rimonta la capolista !!


SAN LUIGI - TORVISCOSA : 2 - 2

Reti : 1' Tentindo (SL), 60' Muiesan (SL), 80, Corvaglia (T) e 87' Toso (T).

SAN LUIGI : Furlan, Ianezic, Bertoni, Male, Villanovich, Crosato (Reder), Tentindo (Ciriello), Cottiga, Carlevaris, Muiesan (Giovannini), Stipancich (Disnan). All. Sandrin

TORVISCOSA :Nardoni, Facca (Grassi), De Blasi, Petris, Colavecchio, Colavetta, Piccolotto (Tuan), De Blasi, Corvaglia, Goz (Peloi), Toso. All. Zanuttig

Arbitro : Toselli Gianluca della sez. di Cormons (Venir della sez. di Udine e Aldrigo della sez. di Basso Friuli).

Note : recupero : 1' e 3'. corner : 4 - 2 per il San Luigi. ammoniti : Bertoni e Crosato (SL), Colavecchio e Colavetta (TO). espulso : nessuno. Spettatori : 100 circa.

Dopo il pirotecnico 2-4 del match d’andata, San Luigi - Torviscosa si conferma gara capace di appagare non soltanto gli occhi, ma anche il bagaglio emozionale delle due tifoserie.
4 sono i gol della sfida, ripartiti equamente tra le due contendenti, ma frutto di un doppio vantaggio casalingo, recuperato nel finale dalla formazione bianco azzurra.
Sul sintetico di Trieste mister Zanuttig schiera il caratteristico 4-3-3, che vede Colavetta ritrovare il suo posto al centro della difesa, e Facca sulla fascia di destra.
Nel terzetto di centrocampo vengono abbinate la collaudata esperienza di Lestani e Petris, con la capacità di corsa e le qualità tecniche di Piccolotto.
Il tridente offensivo, già privo di Borsetta, deve rinunciare all’ultimo anche a Puddu; spazio quindi a Goz, Toso e Corvaglia.
È sufficiente attendere 55 secondi per assistere al primo gol della partita.
Su un cambio di gioco dal fronte di destra, Tentindo mette in mostra uno splendido gesto tecnico; con il piede sinistro addormenta la sfera ed elude l’intervento difensivo di Facca. Ritrovandosi a tu per tu con il portiere, non ha difficoltà a trafiggerlo con un comodo rasoterra.
La replica degli ospiti giunge al 3’, grazie all’azione personale di Lestani, che intercetta un pallone a metà campo e avanzando senza incontrare disturbo, tenta la conclusione dal limite dell’area. La sfera sorvola di poco la trasversale di Furlan.
All’8’ Tentindo ha sulla testa la palla del raddoppio, ma l’equilibrio precario non gli permette di inquadrare la porta, mentre un minuto più tardi è l’ariete Muiesan ad avere la sua prima occasione del match.
Ben lavorando un pallone all’interno dell’area di rigore, sfrutta Colavecchio come perno, e girandosi conclude verso lo specchio. Serve una prodezza di Nardoni per tenere a galla gli ospiti.
Il Torviscosa si affida ai suoi uomini di fascia per rendersi pericoloso; Goz al 12’ tenta una conclusione a giro dalla distanza, che debolmente si accomoda tra le braccia del portiere casalingo.
La gara non presenta soluzione di continuità; i costanti capovolgimenti di fronte non si contano, e dopo il colpo di testa del solito Tentindo, è Muiesan a veder sfilare a fondo campo il suo tiro di destro.
A meritare miglior sorte sarebbe il sinistro di Villanovich alla mezz’ora; in tal caso è il guantone di Nardoni a deviare sui tabelloni pubblicitari il pallone destinato all’angolino baso.
Carlevaris, 2 giri di lancetta più tardi, si iscrive alla lista dei finalizzatori imprecisi, mentre Muiesan a tu per tu con il portiere ospite sparacchia a lato della porta l’ennesima occasione di raddoppio.
Per gli ospiti si segnala l’interessantissima punizione di Lestani al 41’ il cui esito sfiora solamente l’angolino alto, ma soprattutto la pregevole azione sull’asse Lestani - Goz- Piccolotto, che potrebbe valere il pari appena prima dell’intervallo. Nella circostanza la sfera transita elegantemente da sinistra a destra, e dal piede del numero 7 viene indirizzata in mezzo all’area di rigore. Corvaglia sfrutta lo sbilanciamento difensivo triestino per farsi trovare smarcato nell’area piccola, tuttavia il tap-in di quest’ultimo termina incredibilmente sopra la traversa.

La seconda frazione di gioco si caratterizza per la voglia di rimonta del Torviscosa, che si fa preferire per determinazione, interazione fra i reparti e incisività in zona offensiva.
All’altezza del 55’ minuto la formazione bianco-azzurra prova ad affondare per due volte in rapida successione; i traversoni di De Blasi e Facca ispirano Corvaglia prima e Goz poi, ma le polveri degli avanti di Zanuttig si dimostrano ancora umide.
L’ ora di gioco porta in dote un grande regalo per il San Luigi, il quale, beneficiando di un’incertezza difensiva tra Colavecchio e Nardoni, trova il gol del raddoppio con Muiesan, che deposita con estrema tranquillità il pallone in rete, dopo aver dribblato l’estremo difensore.
In casa torviscosina le stelle non sembrano brillare nemmeno al 65’ quando Furlan devia provvidenzialmente il “tocco sotto” di Piccolotto, e rimangono offuscate anche al 73’ , quando Lestani vede uscire di un metro la sua conclusione dalla distanza.
Nonostante le occasioni sprecate, la squadra di Zanuttig non si perde d’animo e, supportata dalle sostituzioni, a dieci minuti dal termine riesce ad accorciare le distanze con Corvaglia.
L’ariete bianco-azzurro raccoglie in area un cross di De Blasi, e dopo aver messo a sedere il portiere ospite con una finta, marca la sua dodicesima soddisfazione personale in campionato.
Il gol galvanizza gli ospiti e ne alimenta le speranze.
Due minuti più tardi lo stesso Corvaglia, spalle alla porta, si inventa una girata volante dal cuore dell'area. La sfera si stampa sul palo, strozzando in gola l'urlo di gioia dei suoi sostenitori.
Tifosi bianco azzurri che possono esultare all’87’, quando Toso trafigge Furlan con un tocco ravvicinato, frutto di un batti e ribatti in mezzo all’area di rigore.
I tre minuti di recupero non bastano alle due formazioni per avere la meglio sull’altra, sancendo così un meritato ed entusiasmante pareggio.