.:SEGUICI SU:. FACEBOOK INSTAGRAM
2018 14 ottobre

Azzurri bloccati a Fontanafredda !!


FONTANAFREDDA - TORVISCOSA : 1 - 1

Reti : 25’ aut. Collavetta (F), 39’ Piccolotto (T).

FONTANAFREDDA : Peruch, Cao (Gattel), Campaner, De Pin, Basso, Gant (De Luca), Gerolin, Possamai (Frent), Scian, Mauro (Ceschiat), Lisotto (Salvador). All. Stoico

TORVISCOSA : Nardoni, Facca, Zucchiatti (Zanon R), De Blasi, Zanon C, Colavetta, Sangiovanni (Borsetta), Goz (Toso), Corvaglia, Piccolotto (Tuan), Puddu.. All. Marin

Arbitro : Di Renzo Simone della sez. di Bolzano (Forgione della sez. di Monfalcone e Vindigni della sez. del Basso Friuli).

Note : recupero : 1' e 5'. corner : 5 - 3 per il Torviscosa. ammoniti : Campaner, De Pin, Ceschiat e Salvador (F), Facca, Corvaglia, Puddu, Lestani (dalla panchina) e Toso (T). espulso : nessuno. Spettatori : 150 circa.

Perde il contatto con la vetta il Torviscosa, bloccato a Fontanafredda al termine di una gara dai due volti che lascia più di qualche rammarico nell' ambiente torviscosino.

Azzurri che non approfittano del pareggio tra Brian e Pro Gorizia e della sconfitta interna del Lumignacco punito dal Tricesimo prossimo avversario al “Tonello”.

Mister Marin trae spunto dalla prestazione di Coppa e lancia dal 1’ Zucchiatti e Sangiovanni con la conferma di De Blasi play davanti la difesa.
Si parte con i padroni di casa, reduci della sconfitta di Tricesimo, assai bloccati e guardinghi e così i ritmi ne risentono.
La prima emozione arriva solo al 13’ con un destro al volo di Zucchiatti che da l’ impressione del goal alla tribuna ma si spegne sulla rete esterna; Preme il Torviscosa ed al 23’ bel movimento di Corvaglia murato però in corner da Basso.
Al 25’ inaspettatamente pordenonesi avanti quando Mauro pressa Colavetta che non si capisce con Nardoni in uscita : il retropassaggio del difensore ( o il tocco dell' attaccante rossonero ? ) lemme lemme si spegne in fondo al sacco.
Che non sia giornata per gli avanti azzurri lo si capisce 30” quando clamorosamente Corvaglia-Puddu si ostacolano su di una palla sulla linea impossibile da sbagliare dopo lo sfondamento sulla destra di Goz che aveva superato Peruch.
La traversa di Puddu al 35’ a portiere battuto (ma la bandierina dell’ assistente si era prontamente alzata a segnalare un offside) e la palla non controllata da Sangiovanni 60" dopo sul tocco di Corvaglia che lo mette a tu per tu con Peruch, certificano le difficoltà odierne dell’ attacco azzurro.
A rimettere le cose a posto per Mister Marin ci pensa però l' inzuccata di Piccolotto sul corner di De Blasi al 39', bravo l' ex Cjarlins ad inserirsi sul primo palo e beffare la difesa rossonera.
La ripresa si apre con due richieste di penalty, una per parte, ma mentre nella prima occasione Corvaglia si prende un giallo per simulazione nella seconda il signor Di Renzo di Bolzano opta per l’involontarietà di Colavetta concedendo solo il corner.
Al 60’ Peruch vola a respingere con i pugni il destro di Puddu liberato dalla spizzata di Zanon.
Dopo l’ora di gioco inevitabilmente le squadre si allungano e così i padroni di casa possono uscire dal guscio in contropiede e su una di queste situazioni al 77' Salvador appena entrato fa venire i brividi lungo la schiena ai tifosi biancazzurri con un diagonale fuori di poco dopo una cavalcata in contropiede partita dalla sua metà campo.
Nell' arembaggio finale, sugli sviluppi di un corner battuto da De Blasi, clamorosa occasione per Colavetta al 94' sulla cui rovesciata gli dei del pallone ascoltano le preghiere pordenonesi facendo sfilare il cuoio di un soffio a fil di palo.